Accessibilità

Ecco l'ingegneria dei trasporti

06 aprile 2015

L’hub di Padova del gruppo logistico GEFCO è attivo dal 1991 e raccoglie oltre il 60% del suo traffico internazionale, rivelandosi un punto altamente strategico.

Alla luce di questo, l’azienda ha deciso di potenziarlo insediandovi una task force per il “Service Design”, un servizio molto avanzato che ha l’obiettivo di massimizzare il contributo della logistica nella competitività delle imprese.

Si è scelto di partire con la filiale del Veneto poiché si tratta di una delle aree con il più alto export verso i mercati europei, nonchè per la posizione di privilegio negli scambi commerciali con l'Est.

Parliamo di tale novità con Massimiliano Giaresti, responsabile della filiale padovana di GEFCO Italia, che con grande entusiasmo ci ha raccontato dei vantaggi per tutti gli attori, partendo dalle realtà locali: “Conosco bene le imprese venete, esse godono di un particolare tessuto socioeconomico, tra i più vivi del Paese, ed hanno esigenze che si sposano perfettamente con la nostra nuova offerta. Credo fortemente che potremo dare un contributo importante al loro successo nei mercati nazionali e internazionali”.

Ing. Giaresti, come è nata la scelta del Service Design ?

Il cliente di una certa importanza e non parlo solo di volumi, ma anche e soprattutto di esigenze, non chiede più solo il semplice trasporto, ma un servizio molto più complesso e articolato che necessita di un approccio consulenziale globale per la sua logistica. Cerca un partner che abbia una certa expertise dal lato produttivo, capace di comprendere e risolvere criticità complesse sia  in fase di output, che di input  alle fabbriche,  spesso dovendo ragionare in ottica just in time (che da un lato è un vincolo, ma anche una grande opportunità di riduzione dei costi fissi di rotazione del magazzino). Ci piace quindi definirci, a tutti gli effetti, “ingegneri del trasporto”.

E’ un appellativo molto interessante…

Ed anche molto calzante. Una semplice richiesta di trasporto nasconde innumerevoli variabili, dalla necessità di trasporto standard fino alle esigenze più complesse di ottimizzazione dell'intera supply-chain, inclusi l'organizzazione dei flussi di merce in entrata e in uscita. Si tratta di variabili che occorre trattare e valutare a livello ingegneristico, poiché permettono alle singole aziende di crescere in modo solido. Un fattore chiave è il riscontro di profitto nella gestione logistica.

E’ questo il core business del servizio ?

Esatto. Ed è possibile solo studiando nel dettaglio il portafoglio clienti, cercando di capirne le diverse necessità. Del resto, sono stati i nostri stessi clienti a spingerci dal puro trasporto verso la sua ingegnerizzazione.

Qual è l’iter per il vostro Service Design ?

E’ tutto molto semplice. Come prassi, la richiesta viene accolta da un nostro agente commerciale che ha il compito di comprendere lo specifico fabbisogno. Successivamente vengono create delle task force con diverse expertise, ovvero il gruppo di lavoro che si occupa del singolo cliente. Prima di diventare operativo, il team testa il servizio personalizzato con simulazioni, dal trasporto fino all’ottimizzazione del flusso in un tempo standard, ovviamente tutto legato alla relativa complessità. Per flussi particolarmente articolati, vengono coinvolte anche aree internazionali. E’ quindi un nostro punto di forza ragionare in termini globali, pur partendo dal locale.

E’ coinvolta anche la logistica integrata ?

Fa parte della nostra logica di potenziamento e della nostra offerta completa e integrata, disporre anche di professionisti nella logistica sia di magazzino che di stabilimento, nella quale siamo fortemente specializzati grazie all’esperienza acquisita in oltre venticinque anni di attività nel settore industriale.

In merito ai disguidi nella fase di switch ?

Se la pianificazione e  l’ingegnerizzazione della logistica sono progettate e concretizzate bene, i tempi di stabilizzazione tra le aspettative contrattuali ed il reale valore del servizio è bassissima.  Tra gli obiettivi del nostro Service Design c’è proprio l’azzeramento di qualsiasi perdita economica e del tempo nello switch del fornitore e del processo produttivo.

Servizi per ogni esigenza

“Abbiamo deciso di implementare 3 servizi specifici per seguire la segmentazione del mercato ed offrire un ventaglio di soluzioni a 360° per ogni tipologia di cliente. Quindi – prosegue il Manager Giaresti - GEFCOStandard, un servizio “classico” caratterizzato da modalità standard di trasporto , GEFCO Exclusive, maggiormente ritagliato sulle specifiche necessità e peculiarità del cliente,  fino ad arrivare al GefcoForYou, ossia il nostro servizio di Service Design”.

Ing. Giaresti, qual è il cliente tipo per il vostro servizio GefcoForYou ?

Qualsiasi azienda con una complessità importante nei suoi flussi di trasporto, dalla piccola impresa che deve consegnare annualmente poche spedizioni, ma in modo specifico, ai  grandi player multinazionali che hanno migliaia di punti vendita da raggiungere quotidianamente. Direi quindi tutte le aziende con criticità complesse in fatto di logistica e trasporti, che per aggiungere valore devono ricorrere ad un servizio dedicato, quindi ad uno studio approfondito e competenze d’eccellenza.

Condividi